maggio 22, 2019     | Registrazione
Marina Serra e Canale del Rio

Marina Serra- Canale del Rio
LOCALITA': Marina Serra- Tricase (Le)
TIPOLOGIA: parete caratterizzata da numerosi
passaggi e giochi di luce. Immersione da terra consigliata in notturna.
DIFFICOLTA': Media
PROFONDITA MASSIMA:15-17 metri circa sotto parete, quote considerevolmente più profonde a pochi metri dalla parete.

DESCRIZIONE DELL'IMMERSIONE:

Percorrendo la litoranea che collega Tricase Porto con Santa Maria di Leuca, è possibile ammirare la bellezza paesaggistica di due luoghi ricchi di fascino: il Canale del Rio e Marina Serra, due mete davvero irrinunciabili per i subacquei che amano il Salento.
Canale del Rio
Il Canale del Rio è un’insenatura naturale dal fascino incontaminato, le cui rocce aspre e frastagliate custodiscono uno specchio d’acqua cristallina.
Una leggenda molto suggestiva è legata alle origini di questo luogo.
Secondo una prima fonte popolare un vecchio principe, noto per la sua crudeltà verso il popolo e per gli assassini di cui si era macchiato, desiderava avere una vista sul mare dalla finestra del suo castello.
Decise così di evocare alcuni diavoli attraverso il Libro del Comando ( testo che conteneva formule capaci di richiamare alla vita gli spiriti maligni) per affidare loro questo gravoso  incarico.
I diavoli iniziarono a scavare la roccia ma non portarono mai a termine questa impresa  a causa della prematura distruzione del Libro del Comando che determinò anche la scomparsa delle presenze demoniache.
Ancora oggi gli abitanti del luogo affermano che il canale del Rio è stato scavato dal diavolo in una sola notte!
Marina Serra
Marina Serra è un luogo magico, ideale soprattutto per le immersioni in notturna che riservano sempre grandi sorprese. L’accesso in acqua si presenta estremamente semplice ed è antistante al grande piazzale adibito oggi a  parcheggio.
Giunti sul punto d’immersione è possibile esplorare sia la parete a destra che quella a sinistra: se si sceglie di seguire la parete  destra è necessario prestare molta attenzione per la presenza di reti per la pesca poste in prossimità della linea di costa.
Percorrendo l’itinerario lungo la parete sinistra, si giunge subito ad una profondità di 15-17 metri.
Ciò che colpisce immediatamente l’occhio del sub è la grande varietà cromatica data dalle differenti alghe e spugne presenti sulla parete e sul fondale: tra tutte le specie presenti ricordiamo la Peyssonelia squamaria (conosciuta come rosa di mare), la Chondrilla nucula, la Spirastrella cunctatrix, la Spongia  agaricina e officinalis.
Tutta l’immersione è accompagnata da numerosissimi branchi di piccoli saraghi e castagnole brune che risalgono la parete; è inoltre molto frequente avvistare  cerianti, serrani, lepri di mare, murene.
I più fortunati hanno la possibilità, soprattutto in notturna, di stupirsi alla vista di qualche aragosta (Palinurus elephas).
Sempre a Marina Serra è visitabile la celebre Grotta Matrona, accessibile solo dal mare, e la Grotta dei Monaci, in zona denominata "La Piscina", poco distante dalla Torre Palane, costruita da Carlo V per difendere la costa dagli attacchi saraceni.

 

Scritto da Valentina Pascali

Elenco Grotte
Punti d'Immersione

Brindisi Lecce

Punta Penne- Granchio Rosso
Statua di Padre Pio
La Crocetta
Pic Nic
Bocche di Puglia
Relitto A.Deffenu
Diga Vecchia
Diga Nuova 1
Diga Nuova 2
La Conca
 

Curvone (S.Caterina)
Piazzetta
(S.Caterina)
Grottini della Reggia (S.M. al Bagno)
 Montagna Spaccata (S.M. al Bagno)
Ginetto (S.M. al Bagno)
Punto santa Maria al Bagno
Uluzzo (Porto Selvaggio)
Marina Serra e Canale del Rio (Tricase)
Punta le remite (Otranto)
La croce (Otranto)
Badisco parete destra (Porto Badisco)
Badisco  parete sinistra (Porto Badisco)

 


 

Copyright (c)   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso