dicembre 07, 2019     | Registrazione
Secca Bocche di Puglia

Secca Bocche di Puglia (Brindisi)
LOCALITA': Brindisi
TIPOLOGIA: Secca-
Immersione da barca
DIFFICOLTA': Media
PROFONDITA MASSIMA:33 metri circa

 


DESCRIZIONE DELL'IMMERSIONE:

La secca di Bocche di Puglia  rappresenta un luogo di assoluto fascino: nel blu assoluto delle  acque brindisine, imponenti cadute di roccia  si presentano alla vista del subacqueo, che resta letteralmente travolto da questo scenario in cui l’interesse biologico ben si accorda con quello prettamente storico.
La secca ricopre una superficie considerevole e per questo motivo è altamente consigliabile la programmazione di almeno due immersioni per poter apprezzare al meglio  tutti i tesori  custoditi in questo luogo.
La secca  è spesso attraversata da forti correnti  che possono influire negativamente sui consumi di chi si immerge; inoltre, non è infrequente  incontrare termoclini che creano sbalzi di temperatura particolarmente  rilevanti.
Subacquei particolarmente esperti possono inoltre rilevare sulla secca la presenza di munizioni della marina militare risalenti agli anni '60.
Dal punto di vista storico, notevole interesse rivestono ben due ancore del tipo ammiragliato  risalenti molto probabilmente al ‘600  e, a poca distanza,  un ceppo d’ancora  concrezionato alla roccia risalente con molta probabilità all’età romana.
Viene riportata di seguito la descrizione delle due ancore  tratta dal sito “Archeomar” volto al censimento dei beni archeologici sommersi delle regioni Campania, Basilicata, Puglia e Calabria:
“Ancora del tipo Ammiragliato, conservatasi pressoché  intera,  anche se fortemente corrosa  e coperta di incrostazioni.
Si distinguono l’anello di sospensione, il fusto, le marre e le unghie, per la lunghezza complessiva  del manufatto  stimabile in 3,8 m, con orientamento del fusto di circa 250°- 260°.

Un’altra ancora  del tipo “ammiragliato” è presente sullo stesso sito, e risulta di foggia molto simile  alle precedente e di dimensioni analoghe. Il manufatto si conserva pressoché integralmente e, come nel caso precedente, appare fortemente corroso  e coperto di incrostazioni.
Si riesce  comunque a distinguere chiaramente l’anello di sospensione  ripiegato ed attaccato al fusto, il quale è leggermente  piegato verso le marre e le Unghie. Il reperto è orientato in maniera simile al precedente, per 290°.”

 


Scritto da Valentina Pascali

Elenco Grotte
Punti d'Immersione

Brindisi Lecce

Punta Penne- Granchio Rosso
Statua di Padre Pio
La Crocetta
Pic Nic
Bocche di Puglia
Relitto A.Deffenu
Diga Vecchia
Diga Nuova 1

La Conca
 

Lato ionico
Curvone
(S.Caterina)

Piazzetta
(S.Caterina)
Grottini della Reggia (S.M. al Bagno)
Montagna Spaccata (S.M. al Bagno)
Il Cappero (S.Caterina)
Lato Adriatico
Marina Serra e Canale del Rio (Tricase)
Punta le remite (Otranto)
La croce (Otranto)
Badisco parete destra (Porto Badisco)
Cala Badisco I e II (parete sinistra)
Porto Miggiano
Castro
Marina di Novaglie
Ciolo
Andrano


 


 

Copyright (c)   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso