giugno 29, 2017     | Registrazione
News
Nasce l'Associazione Galea

Ricerca archeologica subacquea: il progetto di un gruppo di giovani professionisti

Un team di giovani archeologi, capaci di scommettere in un campo che da sempre richiede un alto grado di  competenza e specializzazione: questa è Galea, una giovane associazione che nasce nella terra salentina  per promuovere il vastissimo ( e poco conosciuto)  patrimonio archeologico sommerso. I soci/collaboratori di Galea
Consulenze archeologiche, studio di materiali, reperti archeologici e tecniche di costruzione navale, soluzioni grafiche innovative e ricostruzioni tridimensionali computerizzate,f otogrammetria e rilievi topografici, realizzazioni di piattaforme GIS, restauro di reperti archeologici.
A tal proposito ricordiamo le indagini condotte in sinergia con la prof.ssa Rita Auriemma (docente di Archeologia Classica Subacquea) nel territorio della provincia di Brindisi (nella Baia di Torre Santa Sabina, nella Riserva Naturale di Torre Guaceto e presso Giancola), di Taranto (presso Porto Saturo e San Pietro in Bevagna) e di Lecce (nelle acque di Ugento, Gallipoli, Otranto, Torre Rinalda, Frascone, Porto Cesareo) .
Particolar attenzione infine merita il progetto di ricerca svolto sul sito archeologico di Frascone, all’interno del Parco Regionale di Porto Selvaggio ‐ Palude del Capitano (Nardò), cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia e dal Comune di Nardò ed in collaborazione con l’Università del Salento.
L’Associazione è impegnata proprio in questi mesi  nello svolgimento dello scavo archeologico a terra, delle prospezioni subacquee e delle attività di valorizzazione del sito stesso attraverso la progettazione di percorsi turistici a carattere naturalistico‐archeologico, nell’ottica del turismo sostenibile.
Uno degli aspetti più importanti delle attività associative è legato alla divulgazione dei risultati della ricerca archeologica attraverso la realizzazione di reportage video/fotografici, di un servizio di guide turistiche e della progettazione di itinerari turistici specifici.
L’archeologia subacquea rappresenta un aspetto dell’archeologia con un potenziale di sviluppo molto elevato, nonostante i tagli sui finanziamenti alla ricerca che hanno ridotto la possibilità di condurre ricerche in maniera sistematica ed approfondita.
Ci auguriamo che l’esperienza di Galea possa costituire una fonte di ispirazione (ed emulazione) anche per altri giovani archeologi italiani.
possono vantare esperienze specifiche in molteplici e differenti ambiti.

scritto da Valentina Pascali
pubblicato su www.eclipse-magazine.it
il25 maggio 2010

 

Copyright (c)   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso